giovedì 18 giugno 2020

Una tempesta HEAVY METAL invase Lonigo


Una tempesta HEAVY METAL invase Lonigo negli anni 80

Tra il 1980 e l'81 a Lonigo, comune con circa 15 mila abitanti in provincia di Vicenza, una compagnia di amici perlopiù studenti delle medie e delle superiori, incontrandosi al parco Ippodromo oppure in piazza 25 aprile presso il bar "Tropical", cominciarono ad avvicinarsi alla musica, a parlare di Rock, a scambiarsi dischi, cassette e quant'altro potesse avere sonorità affini all'Heavy Metal, un genere allora nascente, che miscelava il vecchio Hard Rock con le sonorità dirompenti del Punk. 



Il gruppo molto corposo di appassionati di musica divenne in poco tempo quasi una banda, assumendo connotati estetici molto appariscenti, ognuno cercava di vestirsi con i giubboti in pelle nera o in jeans, tipicamente usati dai metal kids e dalle band inglesi e d'oltre oceano. 
Era un rito addobbare al meglio il proprio giubbetto con borchie, spillette e patch, chiamate anche toppe. Le bands che influenzarono le varie compagnie di Lonigo vedevano in prima fila nomi come gli Iron Maiden, i Saxon, gli Scorpions, i Metallica, i Motorhead, Dio e i Black Sabbath.



All'epoca non era facile trovare notizie riguardanti le proprie bands favorite e quindi bisognava cercare, spesso invano, tra le riviste musicale generiche e pop, per fortuna Ciao 2001 e Music iniziarono ad accorgersi del fermento che stava nascendo in Italia, dedicando diversi articoli al fenomeno HM. 
Quando la rivista Rockerilla decise di dedicare una vera e proria rubrica dedicata alle uscite discografiche in campo Heavy Metal si aprì un nuovo mondo per tutti noi!

... la storia continua!



Le prime BANDS

Le prime bands che si sono formate a Lonigo con l'intento di suonare Heavy Metal sono state senza ombra di dubbio gli AXE HERO (https://www.facebook.com/AxeHero1981) e i BLACK HEAD.



Gli Axe Hero sono nati a metà del 1981 grazie ai fratelli Mirko "DeFox" alla voce e Davide "Johansen" Galliazzo alla batteria che assieme a Paolo "Blondie" Gidoni, chitarra e tastiera e Loris Caletti al basso formarono la prima embrionale line-up. 
Quasi subito Loris (che preferì fare il manager e organizzatore di eventi) lasciò il ruolo di bassista a Fabio "Pico" Piccotin, da quel momento iniziò la storia di questa band che non si fermò più e negli anni successivi si fece strada nel panorama internazionale del nascente genere Heavy Metal .

I Black Head si formarono qualche tempo dopo, forse inizio 82, annoverando tra le proprie fila i fratelli Giacomello, Moreno e Graziano, rispettivamente alla batteria e chitarra, il cantante Carlo "Charlie Lionheart" Cuman alla voce (grande appassionato di Rock, prog e affini con una collezione fatta da migliaia di dischi in vinile), Paolo Lazzaretto al basso e Damiano Cera alla seconda chitarra.


I ragazzi delle due bands si incontravano (o meglio si incrociavano) alla sera, finite le rispettive prove fatte in garage e cantina, nella via centrale (via Roma) di Lonigo. Nacque una sana competizione ma anche amicizia e collaborazione, tanto che le due bands organizzarono una performance live nella ampia sala prove dei fratelli Giacomello in via Zara e per l'occasione invitarono amici, parenti, morose e anche Antonio Ferro, che all'epoca dirigeva una fanzine (rivista amatoriale) completamente dedicata all'Heavy Metal, chiamata Fireball.


In paese c'èra un gran fermento tra i giovani e si stava spargendo la voce che quei gruppi musicali facessero talmente tanto casino che ogni tanto fosse richiesto l'intervento dei vigili urbani. 

Questa leggenda metropolitana fece accrescere l'alone di mistero che aleggiava attorno a questi musicisti debuttanti, tanto che diverse compagnie di ragazzi e ragazze provenienti dai paesi limitrofi giungevano nel week end a Lonigo per pura curiosità!



In breve tempo arrivarono le proposte di suonare ed esibirsi dal vivo, i Black Head erano in fase di scioglimento e quindi solamente gli Axe Hero erano pronti per affrontare un palcoscenico, avendo inoltre rafforzato il gruppo con un chitarrista proveniente da Gambellara, il funambolico Davide "Moby" Laperni.
Il primo concerto degli Axe Hero, che suonavano un Heavy di stampo british, vicino a Saxon, Tygers of Pan Tang, Angel Witch e Iron Maiden, si effettuò in una gremita chiesa sconsacrata a Locara e successivamente presso la discoteca "La Stamberga" e sul palco del Teatro Verdi di Lonigo, con un grande afflusso e successo di pubblico, formato non solo da giovanissimi ma anche da navigati musicisti della zona che volevano vedere in azione questi rocker nascenti! 


Black Ripper

Sulla scia di questi eventi, altri ragazzi di Lonigo si unirono per formare delle heavy bands, ecco che fecero la loro apparizione i giubbotti in pelle dei BLACK RIPPER con Davide (per gli amici Pulce) Valle al basso, Daniele "Nene "Masetto alle drums, Alex Quadri alla voce e Renato Schio alla chitarra, quelli in jeans degli IKE, che privilegiavano un suono più melodico, con i fratelli Panarotto Valter e Roberto, rispettivamente chitarra e voce. 


Fece clamore una band dal look eccentrico e ispirato al glam dei Motley Crue a nome ZORA che aveva come punto di riferimento il talento e il carisma di Nicola "Nick D'Aria" Campagnolo alla voce, di Eros "The Alien" Mazzon al basso, Nick Castegnaro alla batteria, Damiano Cera (ex Black Head) e Luciano "Lucien" Pasqualotto alla chitarra, senza peraltro dimenticare le coreografie della dancer Sabrina Danger. 


Zora


Gli XICRIN si formarono dalle ceneri dei Black Ripper, proponevano un heavy metal dalla matrice britannica influenzato da Maiden e Judas Priest in primis e con un guitar works a la Randy Rhoads. Con Davide Ian Valle al basso, Jake Paris alla chitarra (negli anni 2000 con X-Hero), Andrea Grskovich alla voce (che successivamente entrò con gli H Kristal), Renato Schio alla seconda chitarra e il giovanissimo Roberto Bertoldo alla batteria.

Xicrin con Nick D'Aria

Nel frattempo si stavano interessando della scena metallara di Lonigo anche le Radio locali e venete da Radio San Bonifacio a Radio Stella, da Radio Gambellara a Radio Base 81 di Conegliano fino a Radio Padova Radio Vittorio Veneto, Radio Centofiori Verona e Radio Atestina di Este. 

...ma la storia continua




Una tempesta HEAVY METAL invase Lonigo

Una tempesta HEAVY METAL invase Lonigo negli anni 80 Tra il 1980 e l'81 a Lonigo, comune con circa 15 mila abitanti in provincia di...